Categorized | Eventi, In Evidenza

LA FIAMMELLA CHE INDICA LA VIA

Posted on 30 gennaio 2018 by admin

LA FIAMMELLA CHE INDICA LA VIANAPOLI (di Atanasio Pizzi) – Sabato 3 febbraio saranno ricordati e onorati i morti per chi crede nella Regione storica Arbëreshe, una consuetudine che affonda le sue radici nell’alto valore che i minoritari assegnano al ricordo dei defunti.

Ogni famiglia da Domenica mantiene acceso la fioca luce a olio; essa serve ad indicare alle anime in pena, il luogo dove vissero nella piena armonia dei cinque sensi.

Una tradizione antica parte da un principio che caratterizzava e caratterizza gli arbanon nel corso della loro storia.

Un appuntamento antico che gli arbëreshë rievocano prima nel privato davanti al camino delle abitazioni e poi tutto il kaatund, unito negli ambiti di sepoltura (il sabato ainiziare dalla domenica precedente, la cadenza annuale).

Essa rappresenta la preparazione delle luce che va in cielo, la fine dell’inverno, presto sarà il solstizio, si avvia l’estate e il sole tornerà a illuminare i territori dove indigeni e arbëreshë hanno condiviso dolori e gioie.

La giornara rappresenta, l’appuntamento della rinascita, il momento della fratellanza, fu il Baffi a comprendere lo storico momento della partecipazione condivisa, tra esuli e indigeni, titolandola quale “vera e Arbëreshëveth”.

La giornata rappresenta il momento cruciale del ricordo dei morti, prima in forma privata poi pubblica; febbraio è il nuovo inizio,  il risveglio del territorio tra genti e popoli con ideali e valori diversi, secondo le cadenze importate dalla terra di origine.

Essa potrebbe sembrare una funzione religiosa, ma così non è, in quanto, il ricordo dei morti viene prima di ogni religione, essa non ha forme o ideali da contrapporre tra noi e i nostri cari.

Gli abitanti della Regione storica Arbëreshë, sanno che questo è un momento d’intimità diretta, ci rechiamo in quei luoghi, senza l’ausilio di terze cose, idoli o persone, non esistono spazi, barriere fisiche che possono o debbano allontanare il nostro cuore da quello dei nostri cari.

Solo una fiammella e nulla più, essa indica la direzione in una dimensione infinita che avvicina i nostri sensi e quelli dei nostri cari.

Comments are closed.

Advertise Here
Advertise Here

NOI ARBËRESHË




ARBËRESHË E FACEBOOK




ARBËRESHË




error: Content is protected !!